Fonti rinnovabili e vantaggi per il consumatore, a Roma il workshop

“L’innovazione nella gestione delle reti e dello stoccaggio in una prospettiva di generazione rinnovabile, efficiente e distribuita” è il titolo del workshop che si svolgerà mercoledì 19 giugno dalle ore 14, 30 alle 18,30. La giornata dedicata all’energia è promossa da Legambiente con la partecipazione di molte realtà aziendali e associative tra cui il Movimento Difesa del Cittadino rappresentato da Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento Servizi a rete.

Il cambiamento in corso nel sistema energetico ha oggi di fronte una nuova frontiera. La crescita della produzione da fonti rinnovabili – nel 2012 si è superato il 28% di produzione rispetto ai consumi – può infatti oggi apportare significativi vantaggi per le famiglie e le imprese attraverso una produzione sempre più distribuita e integrata con smart grid e sistemi di accumulo.

In un modello energetico di questo tipo gli utenti/produttori (prosumer) consumano, scambiano o immagazzinano energia elettrica a seconda dell’andamento dei fabbisogni e della produzione dei propri impianti. I vantaggi ambientali e energetici sono evidenti, perché si riduce la domanda di energia dalla rete elettrica, si avvicinano produzione e consumi efficienti. In questa prospettiva diventa strategico il ruolo delle reti locali e si aprono opportunità inedite nella gestione dei contratti di energia elettrica e calore, con innovazioni capaci di spingere interventi di risparmio e efficienza energetica per PMI, condomini, complessi pubblici e privati. Il problema è che questa nuova frontiera ha oggi di fronte barriere che dipendono da un sistema di regole, di tasse e vincoli creato per il “vecchio” modello.

Obiettivo del workshop è di approfondire l’innovazione in corso nelle forme di gestione delle reti e dei sistemi di accumulo per capire le prospettive di questo nuovo modello energetico, e per dare risposta ad alcune domande.

Per spingere una prospettiva di questo tipo, quali interventi possono aiutare l’innovazione nella gestione delle reti e dei sistemi di accumulo? Dallo scambio sul posto agli oneri di sistema, dai sistemi locali di utenza alla fiscalità, fino alla gestione delle reti e la vendita diretta dell’energia prodotta da fonti rinnovabili, sono tante le questioni aperte.

Quali cambiamenti occorre introdurre nel sistema per spingere uno scenario che è nell’interesse delle famiglie e delle imprese, oltre che di un Paese come l’Italia dipendente dall’estero per l’importazione di fonti fossili?

Scarica la locandina con il programma della giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.